Il contributo esamina i diversi registri linguistici e i diversi stili utilizzati dagli autori giuridici italiani e inglesi e il modo in cui si sono storicamente formati. Contesta in parte l'analogia tra diritto e lingua intesi come fenomeni spontanei, e mette in rilievo come la formazione della lingua scritta sia debitrice dell'apporto di apparati istituzionali come quelli che assistono la Corte regia e il papato

Artificial Reason

GRAZIADEI, Michele
2005

Abstract

Il contributo esamina i diversi registri linguistici e i diversi stili utilizzati dagli autori giuridici italiani e inglesi e il modo in cui si sono storicamente formati. Contesta in parte l'analogia tra diritto e lingua intesi come fenomeni spontanei, e mette in rilievo come la formazione della lingua scritta sia debitrice dell'apporto di apparati istituzionali come quelli che assistono la Corte regia e il papato
Ordinary Language and Legal Language
Giuffrè
153
168
9788814118074
Lingua giuridica; stile; diritto comparato
M. GRAZIADEI
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2318/54923
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact