Il "rovesciamento dei ruoli" e l'ambito dei fattori curativi