Linguaggio e normatività: parlare come mangiare, giocare, ballare