Disabilità grave e gravissima: la questione della definizione