Anna Magnani: il cinema come vita e il teatro come finzione