L’intera opera di Wong Kar-wai viene indagata ponendo l’attenzione sulla profonda continuità tematica ed espressiva che la caratterizza e che resta sottesa a una fitta rete di riferimenti intertestuali, nessi, citazioni e varianti che ricorrono di film in film. Il cinema di Wong Kar-wai è radicato nella realtà culturale di Hong Kong ma è anche influenzato dalla tradizione del cinema moderno occidentale. Nell’analisi condotta da Alovisio emergono i legami del regista con la “sua” Hong Kong, prestando particolare attenzione agli anni della formazione, al rapporto con la storia della città, con la geografia dei suoi quartieri, e con alcuni generi cinematografici tipici del cinema locale (dal wuxiapian al melodramma, passando per il noir). L’analisi dei film mira a indagarne gli elementi stilistici e il sofisticato lavoro condotto non solo sulla composizione delle immagini ma anche sulle loro relazioni con uno degli aspetti centrali del cinema di Wong Kar-wai: la musica. Pari attenzione è rivolta dall’autore alle strutture narrative dei film, considerate nelle loro spiraliformi architetture fatte di coincidenze, ripetizioni, sdoppiamenti e variazioni, esito di un fecondo equilibrio tra l'intuizione improvvisata del set e un’accurata programmazione compositiva. Appare a poco a poco evidente che il filo interpretativo che lega questi aspetti di stile e di racconto è soprattutto il lavoro di orchestrazione e manipolazione del “tempo oggettivo”. Secondo Silvio Alovisio, infatti, il cinema di Wong Kar-wai documenta il continuo precipitare del presente degli oggetti e dei corpi dentro le immagini: “la motivazione che anima questo gesto non è un semplice desiderio di sublimazione estetica, come semplificano i detrattori dell’autore: la posta in gioco è molto più alta, e chiama in causa la possibilità stessa di riconoscere il mondo e conservarne il ricordo”. La monografia ripercorre l’intero percorso artistico e personale del regista, dagli esordi a oggi, corredando come sempre il testo di oltre cento fotogrammi tratti dai suoi film, prezioso strumento di approfondimento dell’analisi delle singole opere, e di una filmografia e bibliografia complete.

Wong Kar-wai

ALOVISIO, Silvio
2010

Abstract

L’intera opera di Wong Kar-wai viene indagata ponendo l’attenzione sulla profonda continuità tematica ed espressiva che la caratterizza e che resta sottesa a una fitta rete di riferimenti intertestuali, nessi, citazioni e varianti che ricorrono di film in film. Il cinema di Wong Kar-wai è radicato nella realtà culturale di Hong Kong ma è anche influenzato dalla tradizione del cinema moderno occidentale. Nell’analisi condotta da Alovisio emergono i legami del regista con la “sua” Hong Kong, prestando particolare attenzione agli anni della formazione, al rapporto con la storia della città, con la geografia dei suoi quartieri, e con alcuni generi cinematografici tipici del cinema locale (dal wuxiapian al melodramma, passando per il noir). L’analisi dei film mira a indagarne gli elementi stilistici e il sofisticato lavoro condotto non solo sulla composizione delle immagini ma anche sulle loro relazioni con uno degli aspetti centrali del cinema di Wong Kar-wai: la musica. Pari attenzione è rivolta dall’autore alle strutture narrative dei film, considerate nelle loro spiraliformi architetture fatte di coincidenze, ripetizioni, sdoppiamenti e variazioni, esito di un fecondo equilibrio tra l'intuizione improvvisata del set e un’accurata programmazione compositiva. Appare a poco a poco evidente che il filo interpretativo che lega questi aspetti di stile e di racconto è soprattutto il lavoro di orchestrazione e manipolazione del “tempo oggettivo”. Secondo Silvio Alovisio, infatti, il cinema di Wong Kar-wai documenta il continuo precipitare del presente degli oggetti e dei corpi dentro le immagini: “la motivazione che anima questo gesto non è un semplice desiderio di sublimazione estetica, come semplificano i detrattori dell’autore: la posta in gioco è molto più alta, e chiama in causa la possibilità stessa di riconoscere il mondo e conservarne il ricordo”. La monografia ripercorre l’intero percorso artistico e personale del regista, dagli esordi a oggi, corredando come sempre il testo di oltre cento fotogrammi tratti dai suoi film, prezioso strumento di approfondimento dell’analisi delle singole opere, e di una filmografia e bibliografia complete.
Il Castoro
1
4
226
9788880335092
Postmodern Cinema; Film Style; Hong Kong Cinema
Silvio Alovisio
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2318/78043
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact