Il trattamento dei pazienti cosiddetti difficili e non collaboranti viene riconosciuto come priorità ormai in numerosi contesti scientifici, operativi e legislativi. La ricerca sui soggetti con doppia diagnosi in Italia non è ancora molto sviluppata, ma ci segnala comunque delle percentuali significative di pazienti trattati nei –servizi del SSN, in modo purtroppo non sempre adeguato. Da un punto di vista operativo, è noto, per coloro che lavorano nel campo della salute mentale e del trattamento delle dipendenze patologiche, quanto questi soggetti siano non prevalenti da un punto di vista numerico, ma molto impegnativi da un punto di vista assistenziale. Sono pazienti spesso poco collaboranti, a causa dell’intreccio destabilizzante fra sostanze e patologia mentale, e bisognosi perciò di continuità, coerenza e intensità assistenziale di alto livello

Alcolismo e comorbilità psichiatrica

PICCI, Rocco Luigi;OLIVA, Francesco;FURLAN, Piermaria
2010

Abstract

Il trattamento dei pazienti cosiddetti difficili e non collaboranti viene riconosciuto come priorità ormai in numerosi contesti scientifici, operativi e legislativi. La ricerca sui soggetti con doppia diagnosi in Italia non è ancora molto sviluppata, ma ci segnala comunque delle percentuali significative di pazienti trattati nei –servizi del SSN, in modo purtroppo non sempre adeguato. Da un punto di vista operativo, è noto, per coloro che lavorano nel campo della salute mentale e del trattamento delle dipendenze patologiche, quanto questi soggetti siano non prevalenti da un punto di vista numerico, ma molto impegnativi da un punto di vista assistenziale. Sono pazienti spesso poco collaboranti, a causa dell’intreccio destabilizzante fra sostanze e patologia mentale, e bisognosi perciò di continuità, coerenza e intensità assistenziale di alto livello
Percorsi di autonomia sociale per pazienti con doppia diagnosi. Con CD-ROM
ANANKE srl
99
129
9788873253419
http://www.ananke-edizioni.com/
doppia diagnosi; trattamento farmacologico; patologia della dipendenza; disturbi d'ansia disturbi affettivi; disturbi dell'alimentazione
Picci RL; Corazza D; Oliva F; Furlan PM
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2318/78606
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact