Ancora sull'immaginazione: scrivere, leggere, fare intercultura (prima parte)