“Non avrai altri dèi al mio cospetto”: considerazioni su idolatria concettuale e ateismo