Stato e mercato nel pensiero di Luigi Einaudi e oggi