La "scuola di teatro" di un attore brechtiano