La scuola dei quattro linguaggi: tra cooperazione e personalizzazione