In una breve lirica Bacchelli indugia sull'Ade omerico per mostrare il proprio pessimismo di uomo d'un mondo vecchio rispetto alla Grecia 'eroica', cioè un mondo giovane, secondo un'interpretazione sviluppata, fra l'altro, da Vico e Leopardi.

L'Ade omerico e un amaro pensiero di Riccardo Bacchelli / Mario Seita. - In: MAIA. - ISSN 0025-0538. - 63(2011), pp. 366-369.

L'Ade omerico e un amaro pensiero di Riccardo Bacchelli

SEITA, Mario
2011

Abstract

In una breve lirica Bacchelli indugia sull'Ade omerico per mostrare il proprio pessimismo di uomo d'un mondo vecchio rispetto alla Grecia 'eroica', cioè un mondo giovane, secondo un'interpretazione sviluppata, fra l'altro, da Vico e Leopardi.
63
366
369
http://www.cappellieditore.com
Omero; Ade; Bacchelli; pessimismo
Mario Seita
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2318/93147
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact