L'articolo si interroga sul rapporto tra le tecniche tecniche e cartografiche di rappresentazione delle frontiere e le pratiche di demarcazione dei confini internazionali tra XVI e XVIII secolo. L'avvento di una sempre maggiore precisione nelle confinazioni è visto come una capacità degli ingegneri di rispondere all'esigenza degli Stati di incidere in modo sempre più netto sul controllo delle frontiere..

La frontera i les seves traces: el cas del gran ducat de Toscana (segles XVII-XVIII)

STOPANI, Antonio
2011

Abstract

L'articolo si interroga sul rapporto tra le tecniche tecniche e cartografiche di rappresentazione delle frontiere e le pratiche di demarcazione dei confini internazionali tra XVI e XVIII secolo. L'avvento di una sempre maggiore precisione nelle confinazioni è visto come una capacità degli ingegneri di rispondere all'esigenza degli Stati di incidere in modo sempre più netto sul controllo delle frontiere..
Observar les fronteres, veure el mon
Editorial Afers
1
195
210
9788492542505
Storia della cartografia; Storia della geografia; Storia delle istituzioni
Antonio Stopani
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2318/98488
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact