Il capitolo prende in esame la concezione attuale di salute, definita in termini realistici e dinamici come un continuum che va da un massimo di benessere a un massimo di sofferenza. In quest’ottica la promozione della salute non prevede uno standard di normalità a cui tendere, né una particolare problematica da circoscrivere, ma fa leva sulle abilità dell’individuo nel far fronte ai problemi e alle difficoltà che inevitabilmente incontra nel corso della sua vita. Oggi si parla di promozione della salute in termini di promozione dello sviluppo e del benessere delle persone. La prevenzione del rischio e la promozione del benessere risultano essere tra loro collegate. Sul piano operativo ciò si traduce nella messa a punto di interventi centrati non tanto sull’eliminazione di uno stato patologico, quanto piuttosto sulla valorizzazione delle risorse individuali e contestuali. Il capitolo prende inoltre in esame il concetto di fattori di rischio (eventi, esperienze, minacce, pericoli, che aumentano per l’individuo la probabilità di incorrere in conseguenze negative per il proprio sviluppo e adattamento psicosociale) e fattori di protezione (competenze personali e risorse ambientali che promuovono lo sviluppo e proteggono l’individuo dal coinvolgimento nel rischio). A partire da tali premesse, il capitolo si chiude con una riflessione critica sul lavoro di prevenzione del rischio e di promozione del benessere, in particolare durante l’adolescenza.

La prevenzione del rischio e la promozione del benessere in campo psicosociale

BORCA, Gabriella
2008

Abstract

Il capitolo prende in esame la concezione attuale di salute, definita in termini realistici e dinamici come un continuum che va da un massimo di benessere a un massimo di sofferenza. In quest’ottica la promozione della salute non prevede uno standard di normalità a cui tendere, né una particolare problematica da circoscrivere, ma fa leva sulle abilità dell’individuo nel far fronte ai problemi e alle difficoltà che inevitabilmente incontra nel corso della sua vita. Oggi si parla di promozione della salute in termini di promozione dello sviluppo e del benessere delle persone. La prevenzione del rischio e la promozione del benessere risultano essere tra loro collegate. Sul piano operativo ciò si traduce nella messa a punto di interventi centrati non tanto sull’eliminazione di uno stato patologico, quanto piuttosto sulla valorizzazione delle risorse individuali e contestuali. Il capitolo prende inoltre in esame il concetto di fattori di rischio (eventi, esperienze, minacce, pericoli, che aumentano per l’individuo la probabilità di incorrere in conseguenze negative per il proprio sviluppo e adattamento psicosociale) e fattori di protezione (competenze personali e risorse ambientali che promuovono lo sviluppo e proteggono l’individuo dal coinvolgimento nel rischio). A partire da tali premesse, il capitolo si chiude con una riflessione critica sul lavoro di prevenzione del rischio e di promozione del benessere, in particolare durante l’adolescenza.
La prevenzione in adolescenza
Erickson
15
38
9788861371972
adolescenza; prevenzione; benessere
G. BORCA
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2318/100158
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact