La nozione di agente rappresentativo in Marshall e nella teoria del valore moderna