La copertura nevosa influenza fortemente il clima nell’area Alpina ed è uno dei parametri più importanti nell’analisi del cambiamento climatico per le sue interconnessioni con altri fenomeni: infatti, una variazione nella distribuzione e/o nell’abbondanza della precipitazione nevosa durante la stagione invernale influenza il bilancio radiativo, energetico e idrologico superficiale, oltre che la circolazione atmosferica. Nonostante la centralità di questo tema, la variabilità della precipitazione nevosa è un campo di ricerca poco esplorato poiché la maggior parte delle serie temporali sono discontinue ed disomogenee ed è necessario un grande sforzo per la loro ricostruzione. In questo contesto verranno presentati i primi risultati dell’analisi delle caratteristiche dell’innevamento sulle Alpi Occidentali negli ultimi decenni: sono state considerate le misure di altezza del manto nevoso e di altezza della neve fresca effettuate in 10 stazioni meteorologiche della rete ARPA Piemonte localizzate in provincia di Cuneo. Per alcune delle serie è stato possibile estendere l’analisi su lungo periodo (1951-2009). Una informazione complementare sull’estensione della copertura nevosa è fornita dai dati satellitari che permettono di individuare le aree innevate su larga scala e con continuità spaziale, anche dove gli strumenti di misura al suolo non sono disponibili. ARPA Piemonte ha sviluppato un algoritmo che genera la copertura nevosa a partire dai dati del satellite Meteosat Second Generation: la copertura nevosa giornaliera è stata validata con le osservazioni al suolo effettuate in 111 siti di rilevamento localizzati in Piemonte e Valle d’Aosta per 19 casi di studio nel periodo 2007-2008. I risultati sono incoraggianti, la sfida è di continuare a migliorare l’algoritmo per ottenere prodotti di copertura nevosa ad elevata affidabilità, utilizzabili per studi climatologici.

Variabilità climatica sulle alpi nord-occidentali: primi risultati dello studio sulla tendenza dell’innevamento attraverso l’uso di serie storiche e dati satellitari

TERZAGO, SILVIA;CASSARDO, Claudio;FRATIANNI, SIMONA
2009

Abstract

La copertura nevosa influenza fortemente il clima nell’area Alpina ed è uno dei parametri più importanti nell’analisi del cambiamento climatico per le sue interconnessioni con altri fenomeni: infatti, una variazione nella distribuzione e/o nell’abbondanza della precipitazione nevosa durante la stagione invernale influenza il bilancio radiativo, energetico e idrologico superficiale, oltre che la circolazione atmosferica. Nonostante la centralità di questo tema, la variabilità della precipitazione nevosa è un campo di ricerca poco esplorato poiché la maggior parte delle serie temporali sono discontinue ed disomogenee ed è necessario un grande sforzo per la loro ricostruzione. In questo contesto verranno presentati i primi risultati dell’analisi delle caratteristiche dell’innevamento sulle Alpi Occidentali negli ultimi decenni: sono state considerate le misure di altezza del manto nevoso e di altezza della neve fresca effettuate in 10 stazioni meteorologiche della rete ARPA Piemonte localizzate in provincia di Cuneo. Per alcune delle serie è stato possibile estendere l’analisi su lungo periodo (1951-2009). Una informazione complementare sull’estensione della copertura nevosa è fornita dai dati satellitari che permettono di individuare le aree innevate su larga scala e con continuità spaziale, anche dove gli strumenti di misura al suolo non sono disponibili. ARPA Piemonte ha sviluppato un algoritmo che genera la copertura nevosa a partire dai dati del satellite Meteosat Second Generation: la copertura nevosa giornaliera è stata validata con le osservazioni al suolo effettuate in 111 siti di rilevamento localizzati in Piemonte e Valle d’Aosta per 19 casi di studio nel periodo 2007-2008. I risultati sono incoraggianti, la sfida è di continuare a migliorare l’algoritmo per ottenere prodotti di copertura nevosa ad elevata affidabilità, utilizzabili per studi climatologici.
II Convegno Nazionale di Fisica della terra fluida e problematiche affini su Environment including global change
Palermo
5-9 ottobre
-
-
1
1
TERZAGO S.; CASSARDO C.; CREMONINI R.; FRATIANNI S.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2318/133036
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact