Nel territorio delle Valli di Lanzo (Provincia di Torino) l’allevamento caprino è da sempre basato su una popolazione eterogenea ascrivibile al gruppo delle capre appartenenti all’Alpina “comune” che, notoriamente, si caratterizza per la notevole difformità del mantello. All’interno di questa razza-popolazione sono riconoscibili diversi soggetti, frutto del secolare lavoro di incrocio e selezione, a volte inconsapevole, effettuato a partire dai primi del ‘700, tra alcuni esemplari allevati in zona e riproduttori di origine francese, provenienti dalla vicina Valle dell’Arc. Tali soggetti per la loro peculiarità del mantello sono riconducibili alla razza-popolazione “Grigia delle Valli di Lanzo” e vengono localmente denominati “ Fiurinà”. In relazione al particolare interesse dimostrato dagli allevatori nei confronti dei soggetti Fiurinà, il Dipartimento di Scienze Zootecniche dell’Università degli Studi di Torino ha avviato un primo programma, finanziato dalla Regione Piemonte e coordinato dal Settore Sviluppo Produzioni Zootecniche della Direzione Regionale Agricoltura, finalizzato all’accertamento delle caratteristiche di questa popolazione caprina.

Caratterizzazione della razza-popolazione caprina Grigia delle Valli di Lanzo o Fiurinà

MIMOSI, Antonio;CORNALE, Paolo;RENNA, Manuela;BIANCHI, Marcello;
2010

Abstract

Nel territorio delle Valli di Lanzo (Provincia di Torino) l’allevamento caprino è da sempre basato su una popolazione eterogenea ascrivibile al gruppo delle capre appartenenti all’Alpina “comune” che, notoriamente, si caratterizza per la notevole difformità del mantello. All’interno di questa razza-popolazione sono riconoscibili diversi soggetti, frutto del secolare lavoro di incrocio e selezione, a volte inconsapevole, effettuato a partire dai primi del ‘700, tra alcuni esemplari allevati in zona e riproduttori di origine francese, provenienti dalla vicina Valle dell’Arc. Tali soggetti per la loro peculiarità del mantello sono riconducibili alla razza-popolazione “Grigia delle Valli di Lanzo” e vengono localmente denominati “ Fiurinà”. In relazione al particolare interesse dimostrato dagli allevatori nei confronti dei soggetti Fiurinà, il Dipartimento di Scienze Zootecniche dell’Università degli Studi di Torino ha avviato un primo programma, finanziato dalla Regione Piemonte e coordinato dal Settore Sviluppo Produzioni Zootecniche della Direzione Regionale Agricoltura, finalizzato all’accertamento delle caratteristiche di questa popolazione caprina.
68
29
32
http://www.regione.piemonte.it/agri
Mimosi Antonio; Cornale Paolo; Renna Manuela; Bianchi Marcello; Bigi Daniele
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2318/133437
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact