Democrazie tra terrorismo e guerra