Acqua santa nei bistro di Monmartre: il Faust bipolare di Gounod