Un numero sempre crescente di adulti con disabilità intellettiva è assistito a casa dai genitori anziani, ma i dati sulla qualità di vita dei caregivers che si prendono cura di figli adulti sono ancora scarsi. L’obiettivo di questo studio è di identificare alcuni fattori di rischio e di protezione che influenzano la qualità di vita di tale tipologia di caregiver e di evidenziare le differenze tra madri e padri nei processi di fronteggiamento dello stress e di adattamento, analizzando benessere percepito, autoefficacia emotiva, sostegno sociale e strategie di co-ping nonché le relazioni reciproche tra queste variabili. La ricerca ha esaminato 32 coppie di coniugi, con un’età media di 67 anni, genitori di adulti con disabilità intellettive; ai soggetti sono stati somministrati i seguenti questionari self report: Satisfaction With Life Scale; Coping Inventory For Stressful Situation; Multidimensional Scale of Perceived Social Support; Scala di autoefficacia percepita nella gestione delle emozioni negative; Scala di autoeffica-cia nell’espressione delle emozioni positive. I dati indicano che i padri riportano un livello di benessere maggiore rispetto alle madri; per entrambi i coniugi il livello di benessere è associato positivamente al sostegno sociale e negativamente all’età e al coping focalizzato sull’emozione e, esclusivamente per i padri, anche al coping orientato all’evitamento. Le convinzioni di autoefficacia sembrano giocare ruoli parzialmente differenti nella coppia.

Benessere percepito in genitori di soggetti adulti con disabilità intellettive: risorse emotive e strategie di coping

SCARZELLO, DONATELLA
2015

Abstract

Un numero sempre crescente di adulti con disabilità intellettiva è assistito a casa dai genitori anziani, ma i dati sulla qualità di vita dei caregivers che si prendono cura di figli adulti sono ancora scarsi. L’obiettivo di questo studio è di identificare alcuni fattori di rischio e di protezione che influenzano la qualità di vita di tale tipologia di caregiver e di evidenziare le differenze tra madri e padri nei processi di fronteggiamento dello stress e di adattamento, analizzando benessere percepito, autoefficacia emotiva, sostegno sociale e strategie di co-ping nonché le relazioni reciproche tra queste variabili. La ricerca ha esaminato 32 coppie di coniugi, con un’età media di 67 anni, genitori di adulti con disabilità intellettive; ai soggetti sono stati somministrati i seguenti questionari self report: Satisfaction With Life Scale; Coping Inventory For Stressful Situation; Multidimensional Scale of Perceived Social Support; Scala di autoefficacia percepita nella gestione delle emozioni negative; Scala di autoeffica-cia nell’espressione delle emozioni positive. I dati indicano che i padri riportano un livello di benessere maggiore rispetto alle madri; per entrambi i coniugi il livello di benessere è associato positivamente al sostegno sociale e negativamente all’età e al coping focalizzato sull’emozione e, esclusivamente per i padri, anche al coping orientato all’evitamento. Le convinzioni di autoefficacia sembrano giocare ruoli parzialmente differenti nella coppia.
2
26
46
benessere dei caregiver, sostegno sociale, autoefficacia, strategie di coping
Scarzello, Donatella
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Scarzello-post print Psicologia della salute 2015.pdf

Accesso riservato

Tipo di file: POSTPRINT (VERSIONE FINALE DELL’AUTORE)
Dimensione 161.81 kB
Formato Adobe PDF
161.81 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2318/1522360
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact