I concetti di bene culturale come “testimonianza materiale avente valore di civiltà” e di paesaggio come risorsa culturale oltre che ambientale, pur da tempo acquisiti dal dibattito accademico, spesso non trovano riscontro nella prassi. La tendenza prevalente a documentare un paesaggio in estinzione sembra sostituire un più proficuo impegno per la sua conservazione e valorizzazione come risorsa culturale ed economica ad un tempo. Tutelare il castagno non significa soltanto recuperarne le potenzialità biologiche e produttive legate a frutto e legno, ma valorizzarlo anche come bene culturale. La relazione propone un aggiornamento critico sullo stato dell’arte delle iniziative promosse da enti di vario livello e dei progetti cofinanziati dall’Unione Europea finalizzati alla creazione di itinerari naturalistici ed ecomusei (musei del territorio). La riconversione dei fabbricati tradizionali e del loro contesto ambientale alla destinazione agrituristica e la creazione di percorsi che consentano la fruizione delle suggestioni paesaggistiche del castagno devono procedere di pari passo ad interventi di recupero e salvaguardia della biodiversità.

Aspetti paesaggistici e culturali del castagno: problematiche di tutela e valorizzazione

BOUNOUS, Giancarlo;BECCARO, GABRIELE LORIS
2001-01-01

Abstract

I concetti di bene culturale come “testimonianza materiale avente valore di civiltà” e di paesaggio come risorsa culturale oltre che ambientale, pur da tempo acquisiti dal dibattito accademico, spesso non trovano riscontro nella prassi. La tendenza prevalente a documentare un paesaggio in estinzione sembra sostituire un più proficuo impegno per la sua conservazione e valorizzazione come risorsa culturale ed economica ad un tempo. Tutelare il castagno non significa soltanto recuperarne le potenzialità biologiche e produttive legate a frutto e legno, ma valorizzarlo anche come bene culturale. La relazione propone un aggiornamento critico sullo stato dell’arte delle iniziative promosse da enti di vario livello e dei progetti cofinanziati dall’Unione Europea finalizzati alla creazione di itinerari naturalistici ed ecomusei (musei del territorio). La riconversione dei fabbricati tradizionali e del loro contesto ambientale alla destinazione agrituristica e la creazione di percorsi che consentano la fruizione delle suggestioni paesaggistiche del castagno devono procedere di pari passo ad interventi di recupero e salvaguardia della biodiversità.
Convegno Nazionale Castagno 2001
MARRADI
2001
Convegno Nazionale Castagno 2001
SOI
365
372
Castanea sativa
G. BOUNOUS; U. BAGNARESI; E. BELLINI; G. BECCARO
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2318/17105
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact