"Martin Eden". La forza negli occhi