Le trasformazioni della viticoltura piemontese a seguito dell'arrivo, nel XIX secolo, di tre nemici della vite europea: dopo oidio e fillossera, la peronospora