Il diritto costituzionale ha con la storia un vincolo imprescindibile: per riprendere l’immagine di Marx, la storia è il faro che con la sua luce illumina le fondamenta, le ragioni e la vita delle Costituzioni, dall’ordito della forma di Stato e dalla trama della forma di governo alla tessitura dei vari organi, istituti e diritti. A fronte di una tendenza ad una deriva descrittivista nell’ambito delle scienze giuridiche, la storia rappresenta un solido terreno dal quale muovere per recuperare temi quali il rapporto fra diritto e potere e la centralità del conflitto. Il conflitto o, forse meglio, i conflitti attraversano la storia, ne costituiscono la spina dorsale e il diritto ritrae il loro precipitato: la storia mette in luce la centralità del conflitto nelle vicende umane e nel diritto. L’approccio storico e la consapevolezza che esso veicola è un potente strumento per svelare il volto che si cela dietro le maschere, del passato e del presente. La storia rivela, con la solidità che deriva da un’osservazione diacronica, l’ambiguità della natura umana: Il costituzionalismo nasce da aspirazioni ideali e fiduciose nell’avvenire ma anche dalla consapevolezza del “male”; è fragile e va difeso costantemente.

Necessità della storia, tra norma e conflitto

A. Algostino
2021-01-01

Abstract

Il diritto costituzionale ha con la storia un vincolo imprescindibile: per riprendere l’immagine di Marx, la storia è il faro che con la sua luce illumina le fondamenta, le ragioni e la vita delle Costituzioni, dall’ordito della forma di Stato e dalla trama della forma di governo alla tessitura dei vari organi, istituti e diritti. A fronte di una tendenza ad una deriva descrittivista nell’ambito delle scienze giuridiche, la storia rappresenta un solido terreno dal quale muovere per recuperare temi quali il rapporto fra diritto e potere e la centralità del conflitto. Il conflitto o, forse meglio, i conflitti attraversano la storia, ne costituiscono la spina dorsale e il diritto ritrae il loro precipitato: la storia mette in luce la centralità del conflitto nelle vicende umane e nel diritto. L’approccio storico e la consapevolezza che esso veicola è un potente strumento per svelare il volto che si cela dietro le maschere, del passato e del presente. La storia rivela, con la solidità che deriva da un’osservazione diacronica, l’ambiguità della natura umana: Il costituzionalismo nasce da aspirazioni ideali e fiduciose nell’avvenire ma anche dalla consapevolezza del “male”; è fragile e va difeso costantemente.
Il diritto alla storia. Saggi, testimonianze, documenti per «Historia Magistra» (2009-2019)
Accademia University Press
La Biblioteca di Historia Magistra
3
11
978-88-31978-02-6
storia, diritto costituzionale, conflitto, norma
A. Algostino
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Necessità della storia, tra norma e conflitto - in D'Orsi, Il diritto alla storia-2021.pdf

Accesso aperto

Tipo di file: PDF EDITORIALE
Dimensione 2.33 MB
Formato Adobe PDF
2.33 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2318/1789205
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact