«Di poesia ognun ne vuole»: aulicismi, arcaismi e metrica tradizionale nella poesia amatoriale di oggi