Bellatin, il trompe-l'oeil esportato nel romanzo.