Il contributo si concentra sul disagio e sull’invisibilità istituzionale degli adolescenti durante la pandemia da Covid-19 elaborando linee educative, di ricerca e di giustizia sociale. Attraverso il coinvolgimento attivo di 1.159 studenti e studentesse piemontesi nel processo d’indagine, il progetto propone un modello di ricerca partecipativo, emancipativo e di advocacy, che conduce alla presa di parola e alla programmazione di un’azione sociale trasformativa con e per adolescenti e insegnanti.

Gli adolescenti tra fragilità e Advocay: una ricerca partecipativa nella scuola secondaria di secondo grado

cristina boeris;giulia gozzelino;federica matera
2021

Abstract

Il contributo si concentra sul disagio e sull’invisibilità istituzionale degli adolescenti durante la pandemia da Covid-19 elaborando linee educative, di ricerca e di giustizia sociale. Attraverso il coinvolgimento attivo di 1.159 studenti e studentesse piemontesi nel processo d’indagine, il progetto propone un modello di ricerca partecipativo, emancipativo e di advocacy, che conduce alla presa di parola e alla programmazione di un’azione sociale trasformativa con e per adolescenti e insegnanti.
Laboratori di indagine innovativa e trasversale dei problemi, delle sfide e dei temi della vita umana
Università del Salento
74
79
978-88-8305-184-5
http://siba-ese.unisalento.it/index.php/mizar/article/view/24745
advocacy, adolescenti, pedagogia della parola
cristina boeris, giulia gozzelino, federica matera
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
24745-138451-1-PB (1).pdf

Accesso aperto

Tipo di file: PDF EDITORIALE
Dimensione 871.58 kB
Formato Adobe PDF
871.58 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2318/1856036
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact