Il 10 aprile 1907 viene fondata la “Escuela Libre de Medicina Veterinaria de La Habana”, dando così inizio all’insegnamento della Medicina Veterinaria a Cuba. Il 27 gennaio 1908, con decreto n.126, la “Escuela Libre” è affiliata alla Facoltà di Medicina e Farmacia dell’Università dell’Avana, con il nome di Scuola di Medicina Veterinaria. Tra i fondatori si annoverano eminenti professori cattedratici e assistenti, laureati in diverse università europee ed americane. Il piano di studi, inizialmente di durata triennale, viene poi portato a 4 anni. Durante i suoi 100 anni di storia, la Scuola è diretta da 16 Presidi/Direttori, ed alterna la propria denominazione con quella di Facoltà. Fino al trionfo della Rivoluzione (1959), a Cuba esiste una sola facoltà di veterinaria, ubicata a La Avana. Nel 1961 viene fondata la “Escuela de Veterinaria de las Villas”, seguita poi nel 1970 dalla “Escuela de Veterinaria de la Universidad de Oriente”, che nel 1976 passa a far parte dell’ISCAB, oggi Università di Granma. Infine, nel 1974 nasce la “Escuela de Veterinaria de Camaguey”, completando così l’attuale rete di 4 facoltà di veterinaria del Paese. A partire dal 1962, con la prima riforma universitaria dopo la rivoluzione, le facoltà di medicina veterinaria e di agronomia vengono riunite, formando una sola facoltà di scienze agro-pecuarie. Nel periodo 1962-1976 vengono create sezioni staccate o “filiares”, formati i tecnici agro-pecuari, ed istituite le “brigate di fisiopatologia della riproduzione”. Il piano di studi diviene di 5 anni, a carattere prevalente clinico-preventivo-zootecnico, con l’ultimo semestre dedicato alla pratica professionale. Con l’istituzione del Ministero della Formazione Superiore (1976) sono unificati programmi e piani di studio, viene applicato il criterio del perfezionamento costante dei curricula, e la “Universidad Agraria de la Habana” diventa il centro di riferimento per il perfezionamento dei piani di studio di veterinaria. In base alla risoluzione 825, sono quindi implementati i piani di studio previsti (“Plan A”, “Plan B”, “Plan C” e “Plan C Perfeccionado”), attivati a cadenza quinquennale. L’educazione veterinaria a Cuba –attraverso un sistema integrato di 4 facoltà, con unità docenti decentrate e centri di docenza tecnica- ha consentito di formare 6051 veterinari (848 fino al 1959, e 5203 dal 1959 ad oggi); creare una rete capillare di servizi veterinari, di laboratori per la diagnosi e controllo delle malattie, un laboratorio centrale per produzione di vaccini e farmaci veterinari, oltre a laboratori dedicati alla ricerca; ottenere il riconoscimento a livello internazionale delle Scienze Veterinarie Cubane.

Storia dell’insegnamento della Medicina Veterinaria a Cuba

FORNERIS, Gilberto;DE MENEGHI, Daniele
2008

Abstract

Il 10 aprile 1907 viene fondata la “Escuela Libre de Medicina Veterinaria de La Habana”, dando così inizio all’insegnamento della Medicina Veterinaria a Cuba. Il 27 gennaio 1908, con decreto n.126, la “Escuela Libre” è affiliata alla Facoltà di Medicina e Farmacia dell’Università dell’Avana, con il nome di Scuola di Medicina Veterinaria. Tra i fondatori si annoverano eminenti professori cattedratici e assistenti, laureati in diverse università europee ed americane. Il piano di studi, inizialmente di durata triennale, viene poi portato a 4 anni. Durante i suoi 100 anni di storia, la Scuola è diretta da 16 Presidi/Direttori, ed alterna la propria denominazione con quella di Facoltà. Fino al trionfo della Rivoluzione (1959), a Cuba esiste una sola facoltà di veterinaria, ubicata a La Avana. Nel 1961 viene fondata la “Escuela de Veterinaria de las Villas”, seguita poi nel 1970 dalla “Escuela de Veterinaria de la Universidad de Oriente”, che nel 1976 passa a far parte dell’ISCAB, oggi Università di Granma. Infine, nel 1974 nasce la “Escuela de Veterinaria de Camaguey”, completando così l’attuale rete di 4 facoltà di veterinaria del Paese. A partire dal 1962, con la prima riforma universitaria dopo la rivoluzione, le facoltà di medicina veterinaria e di agronomia vengono riunite, formando una sola facoltà di scienze agro-pecuarie. Nel periodo 1962-1976 vengono create sezioni staccate o “filiares”, formati i tecnici agro-pecuari, ed istituite le “brigate di fisiopatologia della riproduzione”. Il piano di studi diviene di 5 anni, a carattere prevalente clinico-preventivo-zootecnico, con l’ultimo semestre dedicato alla pratica professionale. Con l’istituzione del Ministero della Formazione Superiore (1976) sono unificati programmi e piani di studio, viene applicato il criterio del perfezionamento costante dei curricula, e la “Universidad Agraria de la Habana” diventa il centro di riferimento per il perfezionamento dei piani di studio di veterinaria. In base alla risoluzione 825, sono quindi implementati i piani di studio previsti (“Plan A”, “Plan B”, “Plan C” e “Plan C Perfeccionado”), attivati a cadenza quinquennale. L’educazione veterinaria a Cuba –attraverso un sistema integrato di 4 facoltà, con unità docenti decentrate e centri di docenza tecnica- ha consentito di formare 6051 veterinari (848 fino al 1959, e 5203 dal 1959 ad oggi); creare una rete capillare di servizi veterinari, di laboratori per la diagnosi e controllo delle malattie, un laboratorio centrale per produzione di vaccini e farmaci veterinari, oltre a laboratori dedicati alla ricerca; ottenere il riconoscimento a livello internazionale delle Scienze Veterinarie Cubane.
V Convegno Nazionale di Storia della medicina veterinaria
Grosseto
22-24 giugno 2007
Atti del V° Convegno della Storia della Medicina Veterinaria
Fondazione Iniziative Zooprofilattiche e Zootecniche
71
231
238
9788890281457
F. MOHAR HERNÁNDEZ; J. HIDALGO PERAZA; R. BRITO CAPALLEJAS; R. HERNÁNDEZ VALDÉS; G. FORNERIS; D. DE MENEGHI
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2318/50820
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact