I residui dell'attività estrattiva: scarti da deposito o neominiere da valorizzare?