In Heroides 1, Ovidio immagina che Penelope scriva allo sposo Ulisse, non ancora tornato in patria dopo la distruzione di Troia, per esortarlo a tornare. Fra l'altro, ai vv. 57-58 Penelope afferma di non sapere dov'egli sia nascosto. Ovidio usa qui il verbo latere, che potrebbe riecheggiare il nome di Calipso: infatti questo appellativo è in rapporto, sul piano etimologico, con il significato di « nascondere ».

Calipso: un nome nascosto / Alberto Borghini; Mario Seita. - In: MAIA. - ISSN 0025-0538. - 62(2010), pp. 57-58.

Calipso: un nome nascosto

SEITA, Mario
2010

Abstract

In Heroides 1, Ovidio immagina che Penelope scriva allo sposo Ulisse, non ancora tornato in patria dopo la distruzione di Troia, per esortarlo a tornare. Fra l'altro, ai vv. 57-58 Penelope afferma di non sapere dov'egli sia nascosto. Ovidio usa qui il verbo latere, che potrebbe riecheggiare il nome di Calipso: infatti questo appellativo è in rapporto, sul piano etimologico, con il significato di « nascondere ».
62
57
58
http://www.cappellieditore.com
Calipso; Ovidio
Alberto Borghini; Mario Seita
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
calipso.pdf

Accesso aperto con embargo fino al 31/03/2014

Tipo di file: PDF EDITORIALE
Dimensione 29.18 kB
Formato Adobe PDF
29.18 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2318/75370
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact