La lettera rubata e la cinepresa spaccata: l'altra faccia del '69