Edizione critica di una lettera inedita di A. Ingegneri nella quale l'anziano letterato chiede al cardinale Borghese di intercedere per la propria liberazione. L'edizione è preceduta da un' ampia presentazione del documento che ne ricostruisce il contesto storico. L'importante lettera consente di chiarire per la prima volta i finora oscuri motivi che portarono l'Ingegneri, allora segretario ducale, a essere incarcerato a Torino, e lumeggia le sue relazioni con gli alchimisti operanti alla corte di Carlo Emanuele I.

Una lettera inedita di Angelo Ingegneri al cardinale Scipione Borghese (15.9.1608)

LUPARIA, Paolo
2011

Abstract

Edizione critica di una lettera inedita di A. Ingegneri nella quale l'anziano letterato chiede al cardinale Borghese di intercedere per la propria liberazione. L'edizione è preceduta da un' ampia presentazione del documento che ne ricostruisce il contesto storico. L'importante lettera consente di chiarire per la prima volta i finora oscuri motivi che portarono l'Ingegneri, allora segretario ducale, a essere incarcerato a Torino, e lumeggia le sue relazioni con gli alchimisti operanti alla corte di Carlo Emanuele I.
-
45
60
A. Ingegneri; Carlo Emanuele I duca di Savoia; G. A. Gromo; Cesare della Riviera; Alchimia; Argonautica
P. Luparia
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Una lettera inedita di A.Ingegneri.pdf

accesso aperto

Tipo di file: POSTPRINT (VERSIONE FINALE DELL’AUTORE)
Dimensione 303.04 kB
Formato Adobe PDF
303.04 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2318/96689
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact