A proposito della prima ricezione di Fernando Pessoa in Italia