Il contributo esamina il particolare valore semantico che nell'opera poetica del Tasso (dalla Gerusalemme liberata, alle Rime, al Mondo creato) talvolta assume il verbo "agognare". Non registrata dal GDLI e fraintesa dai commentatori, tale caratteristica accezione rivela una precisa consapevolezza dell'etimo greco della parola (come si dimostra risalendo al Thesaurus Linguae Grecae dello Stephanus).

Proposte di correzioni e aggiunte al GDLI. Agognare

LUPARIA, Paolo
2016

Abstract

Il contributo esamina il particolare valore semantico che nell'opera poetica del Tasso (dalla Gerusalemme liberata, alle Rime, al Mondo creato) talvolta assume il verbo "agognare". Non registrata dal GDLI e fraintesa dai commentatori, tale caratteristica accezione rivela una precisa consapevolezza dell'etimo greco della parola (come si dimostra risalendo al Thesaurus Linguae Grecae dello Stephanus).
XI
83
90
T. Tasso, Leopardi, GDLI, valore semantico del verbo agognare
Luparia, Paolo
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Stracc11.pdf

accesso aperto

Descrizione: Articolo
Tipo di file: PDF EDITORIALE
Dimensione 1.17 MB
Formato Adobe PDF
1.17 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2318/1639657
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact