We, humans are believed to live - as Dr. Pangloss, the 'eternal optimist in Voltaire's Candide in .- (.. almost ..) better world in the universe!. Simply put: we are adapted to our planet, but what may be the image of humanity that doesn’t populate the Moon? There are many theories on the functioning of evolution. In this context the question arises on adaptation to new and unexpected environments. Adaptation will require an extremely long time and involves the architecture of the entire organism, even when it acts on a specific character. Gould and Lewontin (1979) have speculated that a physical or behavioural of an organism may develop with a function similar to that of a Spandrel ("plume" of pendentives like domes of the Renaissance), an empty space between two arches it is an opportunity for artists to exercise their imagination. Nevertheless a spandrel rises due to architectural constraints. The spandrel-traits are consequences of adaptations. Zero Gravity of space stations, the gravity of the Moon, of the Planets and moons of the Solar System with their hypo-and hyper-gravity show environmental conditions in which terrestrial organisms are of course not yet adapted. So, how an adaptation can evolve according to the current doctrine of Evolution? In Space, instead of millennia, the time available for adaptation is minimal, so the process of adaptation can be found only in the sphere of exaptations (Gould and Vrba 1982). --------------------------------------------------------------------------- Noi, umani siamo convinti di vivere - come Dottor Pangloss l' eterno ottimista nel Candide di Voltaire.- nel (..pressoché..) migliore Mondo nell'Universo! In parole più semplici: noi siamo adattati al nostro Pianeta, ma quale può essere l'immagine dell'Umanità che non popola la Luna? Ci sono molte teorie sul funzionamento dell'evoluzione. In questo ambito si pone la domanda sull'adattamento ad ambienti impensati e nuovi. L’adattamento richiede tempi estremamente lunghi e coinvolge l'architettura dell'organismo intero, anche quando agisce su uno specifico carattere. Gould e Lewontin (1979) hanno ipotizzato che un carattere fisico o comportamentale d’un organismo potrebbe svilupparsi con una funzione simile a quella d’un Spandrel (“Pennacchio” come il Pendentives delle Cupole del Rinascimento), un'area vuota tra due archi che è un’occasione per gli artisti d’esercitare la loro immaginazione. Lo spandrel sorge a causa di una costrizione architettonica. Questi caratteri-spandrel sono invece conseguenze di adattamenti. La gravità Zero delle stazioni spaziali, la gravità della Luna, dei Pianeti e delle Lune del Sistema Solare con le loro ipo- e iper-gravità sono condizioni alle quali organismi terrestri non si sono ancora adattati naturalmente. Quindi, come può evolvere un adattamento secondo la corrente dottrina dell’Evoluzione? Nell' ambito Spaziale, invece di millenni, il tempo disponibile per l'adattamento è minimo. Il processo dell'adattamento può essere trovato solamente nella sfera di Exaptations (Gould e Vrba 1982).

Exaptation, Bottlenecks, Aptitude Selection and Terrestrial Mimesis: Issues for the Outer Space and Extreme Environment Peoplig .

MASALI, Melchiorre;LIGABUE, Franca;
2012

Abstract

We, humans are believed to live - as Dr. Pangloss, the 'eternal optimist in Voltaire's Candide in .- (.. almost ..) better world in the universe!. Simply put: we are adapted to our planet, but what may be the image of humanity that doesn’t populate the Moon? There are many theories on the functioning of evolution. In this context the question arises on adaptation to new and unexpected environments. Adaptation will require an extremely long time and involves the architecture of the entire organism, even when it acts on a specific character. Gould and Lewontin (1979) have speculated that a physical or behavioural of an organism may develop with a function similar to that of a Spandrel ("plume" of pendentives like domes of the Renaissance), an empty space between two arches it is an opportunity for artists to exercise their imagination. Nevertheless a spandrel rises due to architectural constraints. The spandrel-traits are consequences of adaptations. Zero Gravity of space stations, the gravity of the Moon, of the Planets and moons of the Solar System with their hypo-and hyper-gravity show environmental conditions in which terrestrial organisms are of course not yet adapted. So, how an adaptation can evolve according to the current doctrine of Evolution? In Space, instead of millennia, the time available for adaptation is minimal, so the process of adaptation can be found only in the sphere of exaptations (Gould and Vrba 1982). --------------------------------------------------------------------------- Noi, umani siamo convinti di vivere - come Dottor Pangloss l' eterno ottimista nel Candide di Voltaire.- nel (..pressoché..) migliore Mondo nell'Universo! In parole più semplici: noi siamo adattati al nostro Pianeta, ma quale può essere l'immagine dell'Umanità che non popola la Luna? Ci sono molte teorie sul funzionamento dell'evoluzione. In questo ambito si pone la domanda sull'adattamento ad ambienti impensati e nuovi. L’adattamento richiede tempi estremamente lunghi e coinvolge l'architettura dell'organismo intero, anche quando agisce su uno specifico carattere. Gould e Lewontin (1979) hanno ipotizzato che un carattere fisico o comportamentale d’un organismo potrebbe svilupparsi con una funzione simile a quella d’un Spandrel (“Pennacchio” come il Pendentives delle Cupole del Rinascimento), un'area vuota tra due archi che è un’occasione per gli artisti d’esercitare la loro immaginazione. Lo spandrel sorge a causa di una costrizione architettonica. Questi caratteri-spandrel sono invece conseguenze di adattamenti. La gravità Zero delle stazioni spaziali, la gravità della Luna, dei Pianeti e delle Lune del Sistema Solare con le loro ipo- e iper-gravità sono condizioni alle quali organismi terrestri non si sono ancora adattati naturalmente. Quindi, come può evolvere un adattamento secondo la corrente dottrina dell’Evoluzione? Nell' ambito Spaziale, invece di millenni, il tempo disponibile per l'adattamento è minimo. Il processo dell'adattamento può essere trovato solamente nella sfera di Exaptations (Gould e Vrba 1982).
Journal Biological Research: XIX Congresso AAI. 1961-2011. Cinquant’anni di Congressi, passato, presente e futuro dell’Antropologia .
Torino
21-24 settembre 2011
1961-2011. Cinquant’anni di Congressi, passato, presente e futuro dell’Antropologia .
Rubbettino Editore
LXXXV
1
274
275
9788889277188
http://e20.unito.it/aai2011 per AAI
http://www.uni-astiss.it
EXAPTATION; BOTTLENECKS; OUTER SPACE; EXTREME ENVIRONMENT PEOPLE.
Masali M.; Ligabue Stricker F.; Lia Schlacht I.; Ferrino M.; Argenta M
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2318/90870
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact