Introduzione: studi epidemiologici segnalano che in adolescenza il 9-13% dei soggetti è affetto da patologia psichiatrica. Ultimamente il massiccio incremento degli accessi psichiatrici in Pronto Soccorso rilevato in Europa e negli USA rappresenta un elemento critico nell’organizzazione sanitaria e richiama l’attenzione dei clinici. Obiettivo del lavoro è puntualizzare i nodi teorici, clinici ed organizzativi che chiamano in causa aspetti culturali e di politica sanitaria. Verranno discusse le situazioni di emergenza psichiatrica, le caratteristiche, i criteri, gli indicatori ed il significato del ricovero psichiatrico in adolescenza. Metodi: rilevazione nella Regione Piemonte, anno 2007, dei ricoveri psichiatrici in adolescenza, dei flussi di Pronto Soccorso, della mobilità extraregionale. Ricognizione delle risorse sul territorio italiano per la gestione dell’adolescente con patologia psichiatrica (Sezione Psichiatria, Epidemiologia, O rganizzazione dei Servizi; SINPIA, 2007). Ricognizione epidemiologica del Ccm (Progetto PRISMA 2), anni 2002-2006. Risultati: la situazione italiana è frammentata e disomogenea rispetto alle risorse cliniche ed assistenziali, il 30% dei ricoveri di adolescenti avviene in reparti NPI, nei rimanenti casi in reparti di altre specialità (Psichiatria, Pediatria). Nella Regione Piemonte la percentuale dei ricoveri in NPI sale al 41% per la città e provincia di Torino in cui prevalgono le situazioni di emergenza. La psicopatologia è rappresentata da disturbi psicotici, di personalità, della condotta e dall’anoressia nervosa. Conclusioni: a fronte dell’aumento significativo della richiesta di trattamento della psicopatologia acuta e grave in adolescenza, registrato anche in Italia negli ultimi anni, un corretto sistema di salute mentale in adolescenza richiede che l’emergenza vada considerata non soltanto come richiesta di aiuto di fronte ad una sintomatologia improvvisa, ma come processo che coinvolge il paziente, la famiglia, l’ambiente e le istituzioni. L’emergenza psichiatrica in adolescenza va affrontata in termini di tempestività, metodo, politiche sanitarie che consentano una organizzazione dei servizi che, in rete e con flessibilità, realizzino in modo coordinato interventi diversificati.

L'emergenza psichiatrica in adolescenza: questioni aperte

PELOSO, Anna Maria;RIGARDETTO, Roberto
2010

Abstract

Introduzione: studi epidemiologici segnalano che in adolescenza il 9-13% dei soggetti è affetto da patologia psichiatrica. Ultimamente il massiccio incremento degli accessi psichiatrici in Pronto Soccorso rilevato in Europa e negli USA rappresenta un elemento critico nell’organizzazione sanitaria e richiama l’attenzione dei clinici. Obiettivo del lavoro è puntualizzare i nodi teorici, clinici ed organizzativi che chiamano in causa aspetti culturali e di politica sanitaria. Verranno discusse le situazioni di emergenza psichiatrica, le caratteristiche, i criteri, gli indicatori ed il significato del ricovero psichiatrico in adolescenza. Metodi: rilevazione nella Regione Piemonte, anno 2007, dei ricoveri psichiatrici in adolescenza, dei flussi di Pronto Soccorso, della mobilità extraregionale. Ricognizione delle risorse sul territorio italiano per la gestione dell’adolescente con patologia psichiatrica (Sezione Psichiatria, Epidemiologia, O rganizzazione dei Servizi; SINPIA, 2007). Ricognizione epidemiologica del Ccm (Progetto PRISMA 2), anni 2002-2006. Risultati: la situazione italiana è frammentata e disomogenea rispetto alle risorse cliniche ed assistenziali, il 30% dei ricoveri di adolescenti avviene in reparti NPI, nei rimanenti casi in reparti di altre specialità (Psichiatria, Pediatria). Nella Regione Piemonte la percentuale dei ricoveri in NPI sale al 41% per la città e provincia di Torino in cui prevalgono le situazioni di emergenza. La psicopatologia è rappresentata da disturbi psicotici, di personalità, della condotta e dall’anoressia nervosa. Conclusioni: a fronte dell’aumento significativo della richiesta di trattamento della psicopatologia acuta e grave in adolescenza, registrato anche in Italia negli ultimi anni, un corretto sistema di salute mentale in adolescenza richiede che l’emergenza vada considerata non soltanto come richiesta di aiuto di fronte ad una sintomatologia improvvisa, ma come processo che coinvolge il paziente, la famiglia, l’ambiente e le istituzioni. L’emergenza psichiatrica in adolescenza va affrontata in termini di tempestività, metodo, politiche sanitarie che consentano una organizzazione dei servizi che, in rete e con flessibilità, realizzino in modo coordinato interventi diversificati.
14° Congresso della Societa' Italiana di Psicopatologia. Psichiatria 2010: No Health Without Mental Health
Roma
16-20 febbraio 2010
16
S1
143
143
Peloso AM; Bondonio L; Rigardetto P
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2318/140544
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact