Ipotesi: Si è effettuato uno screening del patrimonio polifenolico costitutivo di foglie di specie diverse del genere Vitis al fine di comprendere se esso possa, almeno in parte, spiegare la loro diversa suscettibilità a Plasmopara viticola. L’indagine è preliminare ma, oltre a porsi l’obiettivo di verificare se esistano molecole specifiche in grado di contenere il patogeno, si focalizzerà su altri due aspetti: i) valutare se alcuni indici spettroscopici fogliari variano a seguito dell’inoculo del patogeno; ii) valutare se l’accumulo della/e molecola/e ritenuta/e capaci di limitare il patogeno possa essere indotto tramite specifiche pratiche agronomiche. Materiali e Metodi Si sono quantificati e caratterizzati (HPLC-DAD e LC/MS) i principali polifenoli (flavonoli, acidi idrossicinnamici legati all’acido tartarico, flavan 3-oli) costituitivi di Vitis sppl. Dischetti fogliari di Vitis vinifera cv Pinot nero, Cabernet Sauvignon e Nebbiolo, di Vitis berlandieri e di Vitis amurensis (accertamento del genotipo in corso) sono stati inoculati con una sospensione conidica di Plasmopara viticola e dopo 7 giorni sono state valutate l’incidenza e la gravità della malattia. Risultati Le varietà di vinifera (Pinot nero, Cabernet Sauvignon, Nebbiolo) hanno, come ci si attendeva, mostrato una maggiore suscettibilità alla Plasmopara rispetto a Vitis berlandieri e alla putativa Vitis amurensis. Principali conclusioni Dai dati preliminari emerge l’esistenza di differenze quantitative tra i biotipi e di più modeste, ma peculiari, differenze qualitative

INDAGINE PRELIMINARE SUI POLIFENOLI COSTITUTIVI DI FOGLIE DI VITIS SPPL E LORO POSSIBILI INTERAZIONI CON PLASMOPARA VITICOLA

FERRANDINO A.;PUGLIESE M.;KEDRINA O.;CUOZZO D.;LUONGO I.;NOVELLO V.
2018

Abstract

Ipotesi: Si è effettuato uno screening del patrimonio polifenolico costitutivo di foglie di specie diverse del genere Vitis al fine di comprendere se esso possa, almeno in parte, spiegare la loro diversa suscettibilità a Plasmopara viticola. L’indagine è preliminare ma, oltre a porsi l’obiettivo di verificare se esistano molecole specifiche in grado di contenere il patogeno, si focalizzerà su altri due aspetti: i) valutare se alcuni indici spettroscopici fogliari variano a seguito dell’inoculo del patogeno; ii) valutare se l’accumulo della/e molecola/e ritenuta/e capaci di limitare il patogeno possa essere indotto tramite specifiche pratiche agronomiche. Materiali e Metodi Si sono quantificati e caratterizzati (HPLC-DAD e LC/MS) i principali polifenoli (flavonoli, acidi idrossicinnamici legati all’acido tartarico, flavan 3-oli) costituitivi di Vitis sppl. Dischetti fogliari di Vitis vinifera cv Pinot nero, Cabernet Sauvignon e Nebbiolo, di Vitis berlandieri e di Vitis amurensis (accertamento del genotipo in corso) sono stati inoculati con una sospensione conidica di Plasmopara viticola e dopo 7 giorni sono state valutate l’incidenza e la gravità della malattia. Risultati Le varietà di vinifera (Pinot nero, Cabernet Sauvignon, Nebbiolo) hanno, come ci si attendeva, mostrato una maggiore suscettibilità alla Plasmopara rispetto a Vitis berlandieri e alla putativa Vitis amurensis. Principali conclusioni Dai dati preliminari emerge l’esistenza di differenze quantitative tra i biotipi e di più modeste, ma peculiari, differenze qualitative
CONAVI 2018
Piacenza
9 - 11 luglio 2018
"-"
1
1
Vitis vinifera, Vitis berlandieri, Vitis sppl
FERRANDINO A., PUGLIESE M., KEDRINA O., ANTONICIELLO D., CUOZZO D., LUONGO I., SCHNEIDER A., NOVELLO V.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Ferrandino et al CONAVI 2018 Plasmopara poster.pdf

Accesso riservato

Descrizione: Poster in formato pdf
Tipo di file: MATERIALE NON BIBLIOGRAFICO
Dimensione 1.13 MB
Formato Adobe PDF
1.13 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2318/1679873
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact